Informazioni, sport e curiosità per i nostri Concittadini e tutti gli Utenti
 

(Precisiamo che non si tratta di un Forum ma semplicemente di fatti o momenti significativi delle piscine tramite i quali  fornire informazioni al pubblico).

Accomunati per lo sport – Luglio 2008

Lo scorso 3 luglio le piscine consortili sono state ancora una volta teatro della annuale festa “ACCOMUNATI PER LO SPORT”, riservata come sempre ai bambini ospiti dei centri estivi organizzati dai Comuni di Anzola dell’Emilia, Castelfranco Emilia, Crevalcore, Sala Bolognese, San Giovanni in Persiceto e Sant’Agata Bolognese. In questa edizione le presenze sono state superiori alle 400 unità: un dato che già da solo testimonia del gradimento che l’iniziativa riscuote da parte dei giovani protagonisti e di cui vi proponiamo alcune significative immagini fotografiche.

MAURO RICCUCCI
Direttore del Consorzio Intercomunale per le Piscine

Torna all’inizio

Accomunati per lo sport – Luglio 2007

387 bambini e bambine, ragazzi e ragazze ( tra cui numerosi ospiti provenienti dalla Bielorussia), giovedì 5 luglio si sono ritrovati ancora una volta “ACCOMUNATI PER LO SPORT”
E’ infatti questa la denominazione che oramai da diversi anni è stata scelta per definire la giornata in cui le piscine consortili di Persiceto ospitano i giochi, in vasca e fuori dall’acqua, riservati agli iscritti dei centri estivi dei Comuni di Anzola dell’Emilia, Castelfranco Emilia, Crevalcore, Sala Bolognese, San Giovanni in Persiceto e Sant’Agata Bolognese.
Una grande festa piena di gioia e colori, come documentano bene le immagini che seguono.

MAURO RICCUCCI
Direttore del Consorzio Intercomunale per le Piscine

Torna all’inizio

Accomunati per lo sport – Luglio 2006

Come ormai consuetudine, anche questa estate le piscine contribuiscono a rendere più gioiosa l’accoglienza ai bambini bielorussi e del Saharawi, ospiti delle nostre comunità locali, tramite la possibilità di fruire gratuitamente delle strutture consortili di San Giovanni in Persiceto durante tutto il periodo della loro permanenza .
Molti di loro hanno inoltre preso parte ad inizio luglio al tradizionale appuntamento, denominato “ accomunati per lo sport”, in cui i frequentanti dei centri estivi comunali si ritrovano presso i nostri impianti per vivere tutti assieme una intensa giornata di gioco e sport. Ed anche quest’anno sono state alcun centinaia i giovani partecipanti all’iniziativa, provenienti dai Comuni di Persiceto, Crevalcore, Sala Bolognese, S.Agata Bolognese e Castelfranco Emilia.MAURO RICCUCCI
Direttore del Consorzio Intercomunale per le Piscine

Torna all’inizio

 

 

Da ” anzola notizie” – Luglio 2006

Le Piscine Consortili di San Giovanni in Persiceto costituiscono uno dei pochissimi esempi di realizzazione nonché conduzione associata da parte di più Comuni di una struttura sportiva di tale tipo esistenti nell’ambito dell’intero territorio nazionale. E se ai giorni nostri è divenuta prassi la gestione unitaria tra Enti Locali confinanti di molti servizi, in particolare quelli per l’approvvigionamento idrico ed energetico nonché lo smaltimento dei rifiuti, 36 anni fa la decisione dei Comuni del persicetano (San Giovanni, Crevalcore, Sala B. e S. Agata B.) di unire volontariamente le proprie risorse economiche per dotare un territorio omogeneo di un grande complesso natatorio, composto di vasche coperte e scoperte, fu senza ombra di dubbio una scelta politica pionieristica se non avveniristica. Anche perché, come detto, non ci si limitò a realizzare lo stretto indispensabile ma si guardò avanti, pensando alle esigenze di tutta la popolazione: dai bambini delle scuole a coloro che amano frequentare la piscina nel periodo estivo: spesso come vera e propria alternativa alla gita al mare. (Peraltro le piscine estive consortili rappresentano probabilmente il fiore all’occhiello, con le diverse vasche disponibili e la grande area verde attrezzata che le circonda, di tutto il complesso natatorio di Persiceto). Per un altro verso poi, la volontà di continuare a gestire assieme il Consorzio, ha dato la possibilità alle Amministrazioni Comunali coinvolte, cui quattro anni fa si è unita quella di Ravarino, di disporre delle risorse finanziare necessarie a mantenere gli impianti curati dal punto di vista della manutenzione ed aggiornati dal punto di vista tecnico-strutturale.
Negli ultimi tempi il numero globale delle presenze annue di coloro che a vario titolo frequentano le piscine è arrivato a sfiorare le 200.000 unità
Infine ricordo che per aderire o soltanto avere informazioni sulle attività delle piscine ci si può rivolgere all’URP del proprio Comune oppure, direttamente, alla sede del Consorzio: tel. 051827080, sito internet: http://www.idropolispiscine.it

MAURO RICCUCCI
Direttore del Consorzio Intercomunale per le Piscine

Torna all’inizio

   Da ” il Domani” del 30 Maggio 2006

Lo spot più bello per il 7° Triathlon Persiceto Bologna arriva nientemeno che dal Presidente della Federazione Italian Triathlon Emilio Di Toro, sceso appositamente in terra emiliana per testare la bontà organizzativa del Team Pasta Granarolo, da sempre sinonimo di garanzia quando si parla di triplice disciplina. “Questa è una manifestazione a cinque stelle – si affretta a spiegare Di Toro. Ottimo allestimento in uno scenario che pare fatto su misura per questo genere di eventi. Prendo l’impegno di portare ancora più concorrenti l’anno prossimo: voglio vedere la piscina strapiena di atleti, le strade invase dalle bici e tanta gente correre in questo stupendo parco”.In effetti il colpo d’occhio sulla Piscina Consortile di San Giovanni è perfetto, e tanti sono pure i 250 triathleti che domenica scorsa hanno assalito l’impianto persicetano. Che di fatto ha inaugurato la stagione estiva all’aperto in vasca olimpica da cinquanta metri, e quale occasione migliore sotto lo sguardo attento di uno dei promotori della sfida sulla distanza sprint, l’Assessore allo Sport del Comune di San Giovanni Mauro Borsarini.

Ci si confronta sulla tradizionale misura di 750 metri a nuoto, 23 km in bicicletta e i cinquemila metri finali di corsa ricavati su due giri del parco antistante l’impianto sportivo. Tocca alla batteria unica femminile aprire le danze e Francesca Rossi del Triathlon Cremona è un autentico siluro che fila nell’acqua. Fa il vuoto e s’invola in sella alla bici, seguita da Giulia Rinieri del Pasta Granarolo, mentre la favorita Ljiudmila di Bert della Gabbi-Diolaiti ha oltre due minuti da recuperare. La Di Bert spinge a tutta birra e in breve mangia una parte dello svantaggio, ma il capolavoro lo fa quando mette piede a terra. Scatta decisa per i cinquemila metri finali e nel giro di un paio di chilometri ha già ripreso la Rossi, lasciandola poi al suo destino. La Di Bert è uno spettacolo vederla correre e va a vincere in 1h08’59”, seconda è la Rossi in 1h12’52” (incredibile il distacco inflittole dalla Di Bert) e terza è Marta Migliolidel Piacenza Triathlon in 1h13’43”.Non c’è sosta, anche perchè la batteria con i migliori uomini scende in vasca e ben presto è bagarre in acqua. Il più veloce è il giovanissimo Alessandro Fabian, solo diciotto anni, del Padova Nuoto Triathlon, nuovo astro nascente della multidisciplina, che esce dall’acqua con un lieve margine su Mattia Ceccarelli dell’Edera Forlì e sulla coppia composta da Igor Gaffuri del Jhonny Triathlon ed il bolognese Luca Villa delle Fiamme Oro.

Pochi chilometri di bici e i quattro si ricompattano, poi una corsa a testa bassa verso la resa dei conti finale con la frazione podistica. Al cambio è l’esplosività di Fabian a prevalere su Villa (41 anni il bolognese contri i 18 del giovane veneto), ma il poliziotto non demorde e s’acquatta a cinquanta metri dal giovanissimo del Padova Nuoto. Villa ci crede, il suo passo è bello da vedersi e piano piano riduce il margine dal veneto, fino ad annullarlo intorno alla metà del tracciato podistico. A duemila metri dalla conclusione Villa realizza l’impresa staccando il giovane rivale e continuando nell’inesorabile prograssione. Dopo il successo nella prima edizione del 2000, Villa va a vincere il 7° Triathlon Persiceto in 1h00’49”, lasciando la piazza d’onore a Fabian che chiude in 1h01’02”. Il bronzo sorride a Gaffuri (1ho2’50”), poi arriva Giorgi del Triathlon Cremona, Ceccarelli e Giacomo Pallotti del Team Pasta Granarolo. “Sono felice per questo successo -attacca Villa- poi vincere fra amici è ancora più emozionante. Adesso guardo con fiducia al futuro: con questa vittoria è tutto più roseo”. Come roseo è il futuro per questa manifestazione, la pietra preziosa del Team Pasta Granarolo.

Andrea Bartoli

Torna all’inizio

   Da ” il Domani” del 5 Settembre 2005

Non sbaglia un colpo il gioiellino del Team Pasta Granarolo: il Triathlon Persiceto Bologna, tarato sulla formula Sprint è un appuntamento che ormai fa bello sfoggio sull’agenda di ogni trialista. E anche ieri, nel parco antistante la Piscina Consortile di San Giovanni in Persiceto, sono accorsi in tanti alla sesta ricorrenza; poco più di duecento nella sfida principale, anticipati da una settantina di bambini che hanno dato vita all’Ironkids, valido per il circuito Trikids Nord Est Cup.

L’attesa, naturalmente, è per la prova valevole come Ranking FITRI e Coppa ITALIA: 750 metri a nuoto nella splendida cornice della Piscina Olimpica di San Giovanni, i 21 km in bicicletta tra le campagne assolate e pianeggianti ed il finale scoppiettante con i due giri di corsa dentro al parco, per un totale di 5000 metri. E l’attenzione si sposta alternativamente sulla sfida maschile e su quella femminile , considerato che le partenze si effettuano su diverse batterie. Si cerca il successore di Fabrizio Ferraresi, vincitore nel 2004, e dall’acqua esce un terzetto ben assortito con i due compagni di squadra della Jhonny Triathlon Fabrizio Baraldi e Fabio Guidelli (d’argento l’anno scorso) e Gabriele Salini della B2k Triathlon. Poco più indietro il poliziotto volante bolognese Luca Villa delle Fiamme Oro, recentemente maglia iridata Over 40 ai Campionati del Mondo Militari di Triathlon Olimpico. Il trio in bicicletta collabora e i cambi sono regolari, e la cosa non facilita il ricongiungimento, tanto che Villa, nella foga dell’inseguimento, finisce a terra ma riprende senza tante conseguenze. Al cambio bici-corsa i tre sono ancora una cosa sola e il verdetto è rimandato all’ultima frazione podistica. Baralla pare il più fresco ed infatti strappa deciso e prende quel margine di sicurezza che lo porta dritto dritto alla vittoria. Baralla arriva a braccia alzate mentre alle sue spalle Guidelli conferma il secondo posto del 2004 e Salini sale sul gradino più basso del podio, lasciando la quarta piazza al felsineo Villa.

Avvincente la contesa femminile, con la fedelissima Elena Spaggiari del Triathlon Lecco (seconda l’anno passato) che domina in acqua e parte decisa per la parte ciclistica. Dietro comincia la fantastica rimonta di Laura Giordano della Silca Ultralite che, uscita quarta dalla piscina, si mette di buona lena e riduce lo svantaggio. La Spaggiari scende di bici ancora in testa, ma la Giordano si fa minacciosa e la sensazione è che di lì a poco la situazione possa cambiare. La reggiana del Triathlon Lecco arranca, mentre la Giordano corre che è un piacere e poco dopo piomba sulla Spaggiari passandola a doppia velocità. Vince la Giordano fra gli applausi , la Spaggiari deve ancora una volta incassare la seconda moneta e terza chiude Martina Contorni del Vis Cortona. Gli applausi sono anche per il Team Pasta Granarolo, che ogni anno non dimentica il carrozzone del Triathlon e gli regala una domenica indimenticabile.

Andrea Bartoli 

Torna all’inizio

Festa dei Centri Estivi 2005 –

Come ormai consuetudine, il primo giovedì del mese di Luglio ovvero quest’anno la mattina del 7, le Piscine Consortili hanno ospitato i giochi denominati “Accomunati per lo Sport” riservati ai frequentanti i Centri Estivi dei comuni consorziati e convenzionati: S. Giovanni in Persiceto, Crevalcore, Ravarino, Sala Bolognese, S.Agata Bolognese, Anzola Emilia e Castelfranco Emilia.

E anche quest’anno si è assistito ad una vera e propria invasione festosa di circa 450 bambini ai quali si sono dedicati più di settanta animatori tra i quali anche diversi dirigenti del nostro Ente.

Da sottolineare la partecipazione dei bambini provenienti dalla Bielorussia ospiti delle famiglie e dei Comuni del nostro territorio. A tutti i bambini è stato offerto un piccolo omaggio come ricordo per l’occasione.

Torna all’inizio

da “spazio Comune” di Sala Bolognese – ottobre 2003 –

Il prossimo anno il Consorzio Intercomunale per le Piscine festeggerà i suoi trent’anni di vita. Fu infatti nel 1974 (sia pur per un solo mese) che iniziarono la loro attività le vasche coperte e scoperte realizzate a S. Giovanni in Persiceto dallo sforzo congiunto di quattro Amministrazioni Comunali: Persiceto, Crevalcore, S.Agata Bol. e Sala Bol. cui si è poi aggiunto un anno fa anche un Comune del modenese, Ravarino (mentre con Castelfranco Emilia è stato avviato per il momento un rapporto poliennale di convenzione). Sin dall’inizio, non facile sotto molteplici punti di vista: politico(il “campanile” pesa sempre, anche dalle nostre parti),organizzativo, economico fu chiaro e definito l’obiettivo da raggiungere: offrire a tutti i cittadini del persicetano la possibilità di fruire di strutture all’avanguardia dal punto di vista realizzativo, in grado di offrire risposte di eccellenza alle crescenti esigenzedi cura del proprio benessere psico-fisico.

In tale direzione andava, ad esempio, la priorità data al rapporto con le strutture scolastiche al fine di far frequentare a tutti gli alunni del territorio le piscine in orario curriculare; con diverse decine di scuole (materne,elemetari, medie e superiori) e più di un migliaio di ragazzi tutt’ora partecipanti. Nel tempo poi, oltre alla possibilità di fruire liberamente delle vasche, è cresciuta notevolmente l’adesione ai corsi nuoto ( da sempre affidati in gestione all’Associazionismo sportivo locale). Corsi, inizialmente riservati ai ragazzi e adulti, che si sono via via allargati agli anziani, alla ginnastica in acqua, ai neonati, alle getsanti, mentre una particolare attenzione è stata da sempre riservata ai portatori di handicap. E quale sia stata complessivamente nel corso del tempo la crescita della risposta dei cittadini lo dicono, come sempre e meglio di ogni altro dato, i numeri.

Infatti se i primi anni il totale annuo dei frequentanti si attestava ben al di sotto delle centomila unità (soglia superata solo nel 1980), lo scorso anno si è toccato il tetto “storico ” di 179.550 presenze mentre, con tutta probabilità, a fine anno (grazie soprattutto all’eccezioanle andamento della stagione estiva che ci sta alle spalle) raggiungeremo quota 200.000!

Anche dal punto di vista economico-finanziario il Consorzio gode di ottima salute.Lasciate infatti alle spalle le tribolazioni del passato, da alcuni anni il contributo che i Comuni aderenti versano al Consorzio ha invertito la rotta. Passando da un costante aumento ad una costante diminuzione. Tanto ancora ci sarebbe da dire in merito agli eventi di questi anni: dell’ampliamento progressivo dell’area verde esterna e di quella dei locali al coperto. Della permanente manutenzione ed aggiornamento tecnico strutturale degli impianti e delle attrezzature per la loro messa a norme, ecc. Concludo accennando al prossimo fututro. All’orizzonte c’è in prima file l’ampliamento delle vasche coperte e la soluzione dell’annosa questione dell’accesso alla zona sportiva in cui sorgono le piscine e del relativo sistema di parcheggio. Progetti che prefigurano già di per sé una prospettiva di grande impegno e complessità a cui però quello che si è saputo fare sinora fa guardare con ragionato ottimismo.

Mauro Riccucci – Direttore del Consorzio Intercomunale per le Piscine

Torna all’inizio

VI edizione del Torneo di Hockey Subacqueo Città di Bologna

Nella giornata più calda di un settembre autunnale si è disputato presso la piscina consortile di San Giovanni in Persiceto la VI edizione del Torneo di Hockey Subacqueo Città di Bologna; manifestazione per la prima volta inclusa nella settimana delle Bologniadi e organizzato dalla società Assetto Variabile Persicetana.

Dopo 5 edizioni svoltesi presso la piscina dello Stadio Comunale di Bologna, l’edizione 2003 si è rinnovata in una nuova ed eccellente cornice: la vasca olimpica di Persiceto, un ampio spazio d’acqua che si fa spazio tra prati ed alberi. Spazio per il pubblico, per gli atleti non impegnati nelle partite e, soprattutto, un campo di gioco di primo livello, con un fondo ben levigato per spingere il disco con velocità ed una altezza di 2.20 mt che consente all’Hockey Subacqueo di esprimere al meglio la spettacolarità del gioco.

Presenti quattro club: Racing Roma, Ducale Parma, Sub Bologna e Assetto Variabile Persicetana, con i due club bolognesi rappresentati anche dalle squadre femminili.

5 partite per ogni squadra per scegliere il vincitore con un occhio anche al ranking italiano, dato che i 4 club si erano classificati ai primi 4 posti agli ultimi campionati italiani.

Ancora una conferma per i campioni d’Italia dell’Assetto Variabile Persicetana, già apparsi in buona forma ed in grado di far valere affiatamento ed esperienza, le due caratteristiche su cui hanno costruito le vittorie agli ultimi 2 campionati nazionali. Nell’impianto che li ha visti allenarsi la scorsa stagione, l’Assetto Variabile non ha avuto particolari problemi ad imporsi in tutte le partite fino al 5-0 della finale contro gli eterni rivali del Sub Bologna, per altro presentatisi in formazione rimaneggiata.

Nel femminile rivincita del Sub Bologna sui cugini dell’Assetto Variabile: anche qui un perentorio 5-0 ha chiuso la finale mostrando l’attuale superiorità delle atlete della Sub Bologna.

Clima disteso da precampionato, buon pubblico di curiosi che ha ha seguito le finali del torneo attraverso le immagini rimandate su una TV a bordo vasca da una telecamera subacquea ad infrarossi hanno coronato una manifestazione riuscita, nobilitata dalla presenza in acqua di tutti e 12 i giocatori della nazionale italiana giunta quinta ai recenti campionati europei di San Marino.

Insomma il torneo di San Giovanni ha rappresentato l’ideale introduzione alla nuova stagione agonistica che avrà il suo fulcro nella prossima primavera con la disputa dei campionati nazionali. Riuscirà la compagine affiliata alla Persicetana a ripetersi per il terzo anno consecutivo? Molto dipenderà dal lavoro di allenamento e allargamento della rosa di Assetto Variabile. Chi fosse interessato a provare ad entrare nella sqaudra e cimentarsi nel prossimi campionati può contattare Leone Tarozzi (cel. 3339736900 – e-mail: [email protected]): buona acquaticità, conoscenza del gioco di squadra e, soprattutto, tanta grinta, sono le caratteristiche vincenti.

Leone Tarozzi

Torna all’inizio


Breve reportage iscrizioni invernali …..

Pubblichiamo alcune foto dei momenti più salienti delle iscrizioni e qualche dichiarazione di cittadini che usufruiscono delle piscine ….


Risiedo a Crevalcore e frequento i corsi nuoto serali per adulti da quasi vent’anni andandomi a iscrivere regolarmente a Persiceto perchè mi piace troppo partecipare alla festa della pre-iscrizione ma preciso che il servizio svolto dal Consorzio e dalla Polisportiva nell’attivare le iscrizioni decentrate sia un’operazione che va incontro alle esigenze dei cittadini.
G.C.L.  – Crevalcore –

Alcuni giorni orsono, passeggiando per Crevalcore, ho letto in una bacheca un articolo del ” il Resto del Carlino” riguardante le iscrizioni ai corsi di nuoto. Ho pensato per un pò, poi ho ritenuto giusto scrivere due righe. Non vogliono essere assolutamente una risposta, si rischierebbe di iniziare una polemica senza fine. Siccome chi gestisce le iscrizioni per conto del Consorzio è la Polisportiva di Persiceto ritengo che uno dei suoi basilari principi sia di adoperarsi nell’agevolare al massimo i residenti nei comuni consorziati ed essendo io di Decima anche i residenti in questa grossa frazione. Vorrei ricordare che vengono riservati numerosi posti che non vengono confermati neppure per le ore preferenziali salvo poi lamentarsi di lì a un paio di settimane. Serve solo un pò di solerzia. Saluti a tutti,
A.S.  – S.M.Decima –

In piscina ci sta un numero ben preciso di bagnanti, mi sembra un centinaio o poco più per ora. Se 200 persone vogliono entrare nella stessa ora con quale criterio se ne esclude il 50% ? Di qui nascono le code anche se poi alla fine spesso si scopre che dopo ore di inutile coda c’è ancora tanto spazio. Certo che se pretendiamo di andare tutti in piscina alle 17 o alle 18 del pomeriggio o alle 20,30 della sera occorrerebbe un impianto tre volte più grande ma praticamente vuoto per il resto del pomeriggio o della sera.
G.L.Z.  – S.G.Persiceto –

Torna all’inizio

sagra_trio.jpg (15973 bytes)
sagra_pubblico.jpg (11299 bytes)
sagra_ballo.jpg (12288 bytes)

  Da ” il Resto del Carlino ”  del 3 Ottobre 2002

Crevalcore,  il Polo torna all’attacco per la Piscina

Si ritorna a parlare delle piscine di San Giovanni in Persiceto, gli impianti natatori del Consorzio intercomunale di Persiceto, Sala, Sant’Agata, Ravarino e Crevalcore.Da pochi giorni si sono aperte le iscrizioni ai corsi di nuoto e subito infuria la polemica.

A scatenarla sono i consiglieri comunali di “Uniti per Crevalcore”, il gruppo che accoglie i partiti dell’opposizione di centrodestra, i quali hanno presentato un’interrogazione scritta per conoscere i criteri e i modi adottati per le iscrizioni.

“Siamo alle solite – sbotta Anna Maria Salina, consigliere di AN .Quest’anno i residenti dei comuni consorziati possono iscriversi solo a certi corsi e non si capisce poi perchè nel municipio di Crevalcore è possibile prenotare i soli corsi di nuoto serali ‘adulti’ e ‘ragazzi’ , mentre per le restanti attività le sedi di iscrizione sono diverse. E soprattutto vorrei capire i motivi che hanno spinto il Consorzio a concedere abbonamenti agevolati ai soci Coop”.

Un tormentone d’autunno, quello delle piscine, che per la sempre maggior affluenza anche dalle vicine Castelfranco Emilia o Nonantola, ha in passato creato parecchi disagi ai cittadini. “Come non ricordare – racconta la Salina – gli interminabili bivacchi di mamme e papà costretti in fila fin dalla notte per sperare di riuscire a prenotare un posto, o i malumori di quanti sono costretti a rivolgersi altrove per l’indisponibilità di Persiceto?”

I consiglieri di opposizione lo scorso anno avevano proposto la costruzione a Crevalcore di un nuovo impianto. “Non solo garantirebbe un servizio ai cittadini crevalcoresi – conclude l’esponente di AN – , ma darebbe un maggior impulso al Consorzio stesso offrendo un servizio a tutti i cittadini dei comuni limitrofi e mettendo la parola fine a discriminazioni e disagi”.          

Mauro Spinato


     Da ” il Resto del Carlino ”  del 17 Ottobre 2002

Crevalcore,  corsi di nuoto e polemiche   “Queste sono le regole”

Riceviamo e pubblichiamo.

In merito all’articolo “Crevalcore, il Polo torna all’attacco per la piscina”, vorremmo fare alcune precisazioni.

L’iscrizione ai corsi di nuoto invernali hanno seguito la stessa prassi del 2001. Per bambini e adulti serali iscrizioni decentrate, con posti prestabiliti, a Crevalcore, Ravarino, Sala,S.Matteo e Sant’Agata.Per la ginnastica in acqua iscrizioni in piscina ma con priorità ai residenti nei comuni consorziati.

Nelle ultime iscrizioni decentrate a Crevalcore per adulti serali e ragazzi non sono stati esauriti i posti.Per le altre attività le iscrizioni si sono svolte a Persiceto, senza priorità e attendosi a principi di razionalità, efficacia ed economicità: i posti a disposizione eccedono quelli richiesti all’iscrizione.Essendo limitati i posti disponibili in ogni fascia e svolgendosi alla stessa ora in luoghi decentrati, si rischierebbero posti vuoti in un comune e tutto esaurito in altri.

Quanto alle code alle iscrizioni ai corsi adulti serali interessano ormai solo i residenti nei comuni non consorziati. Quanto alle agevolazioni ad enti, l’unico accordo in vigore al momento riguarda i soci Coop. Altri sono in corso di definizione.

Gabriele Greghi, Presidente del Consorzio Intercomunale per le piscine                    

Torna all’inizio


   Da ” il Domani” del 4 Settembre 2002

La solita grande festa,vestita di entusiasmo e di passione, una vera febbre da Triathlon quella che abbraccia da ormai tre anni  S.Giovanni in Persiceto. Una malattia voluta dalla banda del Team Pasta Granarolo, brava ancora una volta a richiamare, domenica scorsa, quasi 300 atleti per affrontare “Ironmike” 3° Triathlon Persiceto Bologna, valevole per la Coppa Italia e Ranking FITRI2002.

Una piscina consortile tirata a lucido, rigorosamente vasca olimpica, per ospitare i 750 metri della prova natatoria, seguita dai 22,5 chilometri in bicicletta ad accarezzare la calda ed afosa campagna e gran finale, con i 5000 metri di corsa da volare all’interno del parco antistante l’impianto sportivo. E ad una grande festa non poteva mancare un superbo vincitore: Fabrizio Ferraresi(Molinari TriComo), ex-campione italiano e leggenda della triplice disciplina, impone la sua forza, spazzando via il menù del giorno in 1h1′. Una corsa controllata, una sorta di gioco del gatto con il topo, pronto a fiondare la zampata vincente al momento giusto.

In vasca recita la parte del motoscafo umano   Dimitri Ricci (BK2tri),che vola la prima frazione a tal punto da sbagliare, preso dalla foga, l’entrata in zona cambio. Seguono sfilati ad una decina di secondi i vari Ferraresi, Palmieri(Camerino),Pala e Guidelli del Maranello Triathlon e il milanese Roveda(DDS). La parte ciclistica vede svanire i sogni di Ricci presto riassorbito, mentre in testa si forma un gruppetto con tutti i favoriti della vigilia. All’ultima transazione bici-corsa si presenta in solitario Andrea Valente(MaranelloTri), tallonato a 15″ dal plotoncino inseguitore. Nemmeno il tempo di registrare la nuova situazione che, come ai bei tempi, Ferraresi innesta il turbo e si distende con la falcata delle grandi imprese.

Al primo passaggio sotto il traguardo( sono due giri di corsa nel parco) l’atleta modenese conserva un centinaio di metri su Giorgio Roveda mentre più staccata transita la coppia Gianni Pala-Giovanni Guidelli del MaranelloTri. Accademia e passerella finale per l’ex nazionale Fabrizio Ferraresi che chiude con il tempo di 1h1′ con na ventina di secondi su Roveda; bronzo per Pala, poi a seguire Guidelli e l’esausto Ricci. Per Ferraresi un’altra perla che si aggiunge alla sua collezione. “Un buon successo   che mi proietta verso un finale di stagione da onorare al megliosulle distanze Sprint e Olimpico. Il mio sogno rimane quello di chiudere la carriera con il mitico Ironman”.

In chiave femminile  conferma per Elena Spaggiari(GalileoTri) che replica al successo del 2001 e rispetta le previsioni della vigilia. Frazione di nuoto all’insegna di Silvia Parocchi, stella del Team Pasta Granarolo, con la Spaggiari in posizione di lancio. Cambia tutto sulle due ruote, la Parocchi cede e sale in cattedra l’atleta reggiana che, al cambio bici-corsa, ha circa un minuto di vantaggio su Stefania Bonazzi(TriFe), recente dodicesima ai mondiali di duathlon lungo. La corsa non muta la sostanza delle cose, con la Spaggiari sicura di sè che va a prendersi il secondo sigillo consecutivo del Triathlon Persiceto. A 1’10” termina l’ottima Bonazzi, poi la trentina Chiusole, la Di Bert(Gabbi-Diolaiti) in forte rimonta e una stremata Parocchi.

Andrea Bartoli 

Torna all’inizio

triathlon2.jpg (15753 bytes)

triathlon1.jpg (18145 bytes)

Da ” il Domani” del 15 Agosto 2002

Cocomero per tutti ed una serena atmosfera familiare per il Ferragosto alla Piscina Consortile di S. Giovanni in Persiceto, uno degli impianti più frequentati dalle mamme e dai bambini della bassa per l’offerta di corsi di nuoto che si protrae per tutto il periodo estivo.

Il centro, gestito dal Consorzio formato dai Comuni di Crevalcore, Sala Bolognese, S.Agata Bolognese, S. Giovanni in Persiceto e Ravarino e a cui la Sogese fornisce la conduzione tecnica, vanta ben tre vasche all’aperto, di cui una per i piccolissimi, ed un ampio solarium attrezzato. La calda giornata centrale di Agosto inizia con un aperitivo gentilmente offerto dai ragazzi del Bar per proseguire con una fresca cocomerata da servire ai bagnanti proprio nel momento in cui i raggi del sole colpiscono perpendicolare.

Ciliegina sulla torta tanto verde e tranquillità , una cornice ideale per godersi un pò di relax e sprofondare nella lettura di un buon libro.

A.T.

Torna all’inizio

festa_8_2002.jpg (11509 bytes)

Successi Persicetani ai Campionati Nazionali di Riccione

Il Centro Nuoto Persiceto torna dai Campionati Italiani UISP di Riccione con un ricco bottino di medaglie (14) e il 4° posto nella classifica per società.

Ottime le prestazioni degli Esordienti A: Jade Geng Karcher in grande evidenza con due ori individuali ( 100 Stile Libero e 100 Farfalla), un oro nella staffetta mista e un argento nella staffetta a Stile Libero assieme alle compagne di squadra Dania Bonasoni, seconda anche nei 100 Rana individuali, Selena Tanzarella e Valentina Pangetti.

Brillante prestazione anche per Samuel Erfe Delayon con due bronzi nei 200 Stile Libero e nei 200 Misti.

Buone le prestazioni anche per le ragazze più grandi: Beatrice Geni ha conquistato ben quattro medaglie, una d’argento nei 100 Dorso e una di bronzo nei 200 Misti più le due medaglie conquistate con la staffetta ( 2° posto nella 4×100 Mista e 3° posto nella 4×100 Stile Libero) assieme a Valentina Marchesi, Michela Marcheselli e Linda Mazzoli che ha ottenuto un bronzo anche nei 200 Stile Libero.

L’ultima giornata di gare ha visto invece protagonista le Esordienti C:   Alice Sartorato, Denise Gibbin, Vittoria Nicoli e Sura Vitali hanno conquistato un bronzo nella staffetta 4×50 Stile Libero e ancora Nicoli ha ottenuto il 3° posto nei 50 Stile Libero.

Da segnalare l’assenza a questi Campionati di Silvia Rossi impegnata a Cipro nella coppa COMEN con la nazionale giovanile, dove ha vinto entrambe le gare della Rana.

Silvia ha riconfermato l’ottimo momento di forma imponendosi nei 100 e 200 Rana anche ai Campionati Italiani FIN di Roma dove ha conquistato anche un secondo posto nella Staffetta 4×100 Misti insieme alle compagne di sempre Beatrice Geni, Linda Mazzoli e Valentina Rocca.

Maria  Stefania  Tesini